Una tavola anti-ossidante

Una-tavola-anti-ossidante

Autore Bene Insieme /Dott. Luca Borelli, Dietista

Come combattere i radicali liberi mangiando i cibi capaci di contrastarne gli effetti nocivi

Inquinamento, fumo, alcol e stress psicofisico intenso sono alcuni dei fattori esterni che concorrono alla produzione di radicali liberi, responsabili dello stress ossidativo, dannoso per il nostro organismo. Frenare o diminuire l’accumulo di tossine e di conseguenza i processi di ossidazione cellulare è, però, possibile se si segue un corretto stile di vita e una corretta alimentazione.

Ecco allora che diventa importante sapere quali sono gli alimenti che non devono mai mancare sulla nostra tavola per contrastare l’ossidazione cellulare:

FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE: SEMPRE

Una dieta benefica per la nostra salute e per le nostre difese immunitarie deve abbondare in particolare di vegetali freschi e, come regola, ricordiamoci di utilizzare sempre frutta e verdura di stagione, conveniente sia dal punto di vista qualitativo che di gusto. Frutta e verdura, però, anche se simili fanno parte di 2 gruppi alimentari distinti ed è importante ricordare che non sono interscambiabili tra di essi.

LE VERDURE CHE FANNO BENE

Gli asparagi contengono fibre vegetali, acido folico, vitamine A e B e sono ricchi di antiossidanti tant’è che sono tra gli ortaggi maggiormente utili per contrastare i segni dell’invecchiamento. Inoltre sono alimento ideale per chi soffre di pressione alta e ritenzione idrica contennendo elevati livelli di asparagina, un amminoacido che aiuta l’organismo ad eliminare il sodio in eccesso.

Altri cibi anticancro sono le crucifere (cavoli ,cavoletti, cavolfiori, rape ecc) ricordando di mangiare anche gambo e foglie magari cuocendoli solo più a lungo. Atre verdure da mangiare con continuità (meglio crude) sono pomodori e peperoni, ricchi di betacarotene e licopene, potenti antiossidanti.
Tra le verdure amare vanno bene catalogna, radicchio, cicoria che potenziano le nostre difese. Continuando ci sono l’aglio e la cipolla che, con lo zolfo, inibiscono la crescita batterica e mantengono pulito l’intestino. Fondamentale sarebbe mangiarli crudi (aglio meglio schiacciato) per non perdere questa importante funzione.

Contenuti correlati

Altri contenuti: