Viaggio tra i prodotti tipici siciliani

prodotti tipici siciliani

Autore BeneInsieme

Viaggiare stando a tavola si può, oramai lo sappiamo bene. Così, abbiamo ancora una volta deciso di far viaggiare i nostri palati e li abbiamo diretti in Sicilia, dove mare, sole e una terra fertile offrono le più buone prelibatezze culinarie della nostra penisola. Dalle mandorle ai pistacchi, dal pescato a agli olii, senza dimenticare dolci come il cannolo e la cassata e ricette tipiche come la pasta alla norma. Ecco il nostro viaggio attraverso i prodotti tipici della Sicilia, le ricette regionali e tutte le bontà del posto. 

Le Dop siciliane più importanti

La più importante ed esportata DOP siciliana è sicuramente il Pistacchio verde di Bronte. Prelibatezza del luogo, lo troviamo in ricette dolci (a guarnire la cassata, ad esempio) e salate (nelle insalatone o come crosta croccante del tonno scottato), nel gelato e nelle creme. Proseguendo con la frutta, troviamo la grande e dolcissima arancia di Ribera e il Ficodindia di San Como. Sulle pendici fertili dell’Etna crescono il Ficodindia dell’Etna e Ciliegia dell’Etna, altre due DOP siciliane importantissime.

Tra i formaggi DOP siciliani troviamo il Piacentino ennese, un formaggio di pecora che ha la particolarità di essere molto giallo perché fatto con l’aggiunta di zafferano, e il Pecorino siciliano, il cosiddetto tumazzu, un formaggio grasso, con le tre classiche stagionature del pecorino. Un prodotto particolare e poco conosciuto è la Vastedda della Valle del Belice, sempre un formaggio, ma a pasta filata, quindi più morbido, sempre di latte di ovino, bianco e fresco.

Fanno parte delle DOP siciliane anche gli olii, come quello della Val di Mazara, delle Valli Trapanesi, della Valle del Belice o dei Monti Iblei.

I prodotti IGP siciliani da non perdere

Ma non è finita qua, oltre alle DOP, infatti, troveremo nel nostro viaggio siciliano anche delle IGP che conosciamo benissimo e altre tutte da scoprire. I capperi di Pantelleria, ad esempio, sono un prodotto siciliano IGP che usiamo spessissimo anche in ricette tipiche di altre Regioni, come nella salsa per il vitello tonnato alla piemontese. Poi ci sono le arance rosse di Sicilia, famose per la loro polpa rosso acceso dolce come lo zucchero. Ci sono i pomodori di Pachino, i ciliegini succosi e talmente dolci e buoni che vale solo la pena di mangiarli a crudo con olio e sale. Troviamo anche il limone di Siracusa, la carota novella di Ispica, l’uva da tavola di Canicattì e la pesca di Leonforte.

Questi sono le principali DOP e IGP siciliane, prodotti tipici di una Regione soleggiata e fertile che ha la caratteristica di produrre frutta e verdura estremamente dolce. Dolci sono i suoi frutti quanto le sue verdure, dai pomodori alle arance soprattutto. Talmente dolci, che il modo migliore di mangiarne la maggior parte è aggiungendo olio e sale (comprese le arance!) e gustarle quasi al naturale, per non alterare le proprietà nutritive e organolettiche con inutili cotture.

Contenuti correlati

Altri contenuti: